Cervélo Soloist Carbon








Zipp 303/404 tubolare - FSA SL-K Compact - Polar CS600 Power
Shimano DuraAce
- SwissStop -
SpeedPlay CSC - Tubololari Tufo Elite Ride 23 - SanMarco River - ITM

Le ruote Zipp secondo il mio giudizio, sono le migliori per il rapporto qualità/prezzo.
Ruote più leggere di quelle costano molto, se non il doppio, e le uniche sono
quelle dell'artigiano tedesco, cioè le Lightweight, ma di euro per queste ce ne vuole...
Tecnicamente le Zipp 303 Tubolare sono confortevoli e il vento moderato
laterare non dà fastidio, per la rigidità non siamo al massimo
(prima usavo le 404 per copertoncino)
ma considerato il peso e la struttura della ruota è difficile pretendere di più,
l'unica soluzione forse sarebbe modificare il mozzo e farlo più robusto,
ma questo credo aumenterebbe il peso...

I pattini freno SwissStop per le ruote in carbonio non ce storia!!!
Ho sempre usato le ruote in alluminio da quando ho iniziato ad andare in bici,
e vi assicuro che con gli SwissStop si frena come con l'alluminio, anzi di più!
L'unico consiglio, prendeteci la mano prima di fare usarle in una GranFondo o in discese a tutto gas.
Prezzo ottimo, meno di quelli di Shimano!

I tubolari Tufo Ride Elite23 sono molto confortevoli, sopratutto se abbinati ha delle
ruote in carbonio a medio o basso profilo, consigliati per chi ama le uscite dal chilometraggio
importante e di molte ore. La tenuta o il grip sull'asfalto è notevole.
Nel periodo invernale uso i compertoncini Michilen Pro Race3 23mm, meno confortevoli
dei tubolari ma ottima tenuta su strada. L'unico "difetto" del tubolare è che si consuma
molto velocemente, a 2500km incomincia ad avere una bella linea pari al centro
del battistrada (il copertoncino sembra che non faccia di meglio), ma il grip in qualche modo
si paga, anche se il prezzo è davvero buono, paragonato a gli altri tubolari.

Il Polar CS600 Power secondo me a livello amatoriale è molto pratico e utile,
certo non siamo a livelli di SRM che ora è sceso ad un errore dello 0,5% (Professionale)
rispetto al dato reale e invece Polar Power siamo al 10% circa
(dato del modello vecchio, no il Power W.i.n.d. senza fili)
ma anche il prezzo testimonia la %di sbaglio;
per il giogliellino tedesco si parte da € 2.338 invece Polar Power da € 699 CS600 compreso.
Anche con un errore del 10% se prendiamo sempre questo riferimento
per allenarci, possiamo evitare di andare in super allenamento o evitare di finire
la benzina nelle gran fondo o nelle girate domenicali eccesivamente lunghe.





3 commenti:

Anonimo ha detto...

Magari oltre alle ruote segnala anche i toppetti dei freni giusti!!!!

ciao ciao


Ale

Consigliere1 ha detto...

è,è,è... Non mi dire che non hai visto la scritta SwissStop! Per ora li ha provati Mario che dice che frenano bene, quando gli provero io ti faccio sapere il responso. Nell'archivio foto dei componenti della mia bici c'è scritto anche il modello.

Ciao ale

Consigliere1 ha detto...

Se avessi avuto gli SwissStop come pattini freno sulle Zipp303-TUBOLARE alla GF Campagnolo 2008, forse non sarei cascato... Alla GF ho usato quelli di colore nero della Zipp, che addetta loro vengo usati anche per le ruote in alluminio; è bene che gli usino loro, perchè col carbonio NON FRENANO nenche sull'asciutto, e figuratevi sull'acqua che ho preso quest'anno alla GF, in quella discesa del passo Rolle che non finiva mai!
Provate gli SwissStop, per me frenano di più e meglio che delle ruote con l'alluminio, basta prendere la mano.